Gentile visitatore, questo è un articolo tradotto macchina. Ha perfettamente senso in lingua originale (Repubblica), ed è pienamente supportata dalla letteratura scientifica indipendente. La traduzione, però, è ben lungi dall'essere perfetto e richiede pazienza e fantasia, se si decide di leggerlo.

Drobečková navigace

Neuromodulation e neurotrofici effetti

Il funzionamento del sistema nervoso e di alcuni concetti chiave della neurobiologia

Si può sapere che il sistema nervoso è costituito da cellule nervose (neuroni), all'interno del quale il segnale si propaga elettricamente - usando eccitazione e depolarizzazione della membrana cellulare del neurone. Tra i neuroni è quindi chimicamente diffondere informazioni - usando molecole chiamate neurotrasmettitori, prodotti chimici o neurotrasmettitori. Si può sapere che un neurone tipico ha un cavo di alimentazione chiamato dendriti, il corpo che integra le informazioni fornite dendriti e un cavo di uscita chiamato assone. I neuroni sono collegati tra loro da sinapsi - le connessioni interessate dalla assone di un neurone dendrite di un altro neurone. Esso permette una sinapsi di un segnale dal assone di un neurone (chiamato neurone presinaptico) passato ad un altro neurone (chiamato neurone postsinaptico). Questo avviene in modo che la membrana dell'assone del neurone presinaptico (membrane sinaptiche) viene rilasciato neurotrasmettitore che agisce sulla membrana dei dendriti dei neuroni postsinaptici (membrana postsinaptica). Questo avviene in modo che il neurotrasmettitore rilasciato dalle membrane presinaptiche è riconosciuto da specifiche molecole proteiche nella membrana postsinaptica, chiamati recettori nervosi. Quando i recettori rilevano neurotrasmettitore provoca l'eccitazione di un dendrite e quindi del neurone postsinaptico. eccitazione elettrica del neurone presinaptico e sinapsi via da neurotrasmettitore passa sul neurone postsinaptico. Su questo principio funziona il cervello e l'intero sistema nervoso.

sistemi recettoriali

Tra il classico neurotrasmettitore glutammato abbondante nel cervello, l'acido γ-aminobutirrico (GABA), glicina, l'acetilcolina, serotonina, dopamina e altri. Ciascuna di queste molecole ha un recettore specifico, riconosce la membrana postsinaptica. Diciamo che un dato neurotrasmettitore, insieme con i loro recettori formano sistema recettoriale. Il sistema comprende anche proteine recettori servono percorso cascata di rilascio di neurotrasmettitore dalla membrana presinaptica e postsinaptica percorso eccitazione membrana dopo aver rilevato un recettore neurotrasmettitore. I nomi sono derivati sistemi recettoriali dai loro neurotrasmettitori:

  • glutammato => recettore glutaminergici
  • GABA => recettore GABAergico
  • acetilcolina => recettore colinergico
  • Serotonina => recettore serotoninergico
  • Dopamina => recettore dopaminergico etc.

Agonisti e antagonisti

A parte i neurotrasmettitori che si trovano naturalmente in sistemi recettoriali ci sono un gran numero di sostanze chimiche che influiscono sul funzionamento dei sistemi recettoriali. Sostanze che il sistema recettore attivato, che sono chiamati agonisti. Sostanze che inibiscono i recettori sono chiamati antagonisti. Il più tipico agonista naturale del sistema recettore è naturalmente sé un neurotrasmettitore. Agonisti e antagonisti differiscono forza che agisce sul suo sistema recettoriale. Tra agonisti e antagonisti potenti troviamo molte nervose veleni e farmaci . Ad esempio, l'alcool è un agonista dei recettori GABA e quando il pub Ozer dell'immagine, in modo che bevendo imita l'effetto di alcol di acido γ-aminobutirrico al suo recettore causando in tal modo ci tutti i sintomi noti. Quando ci rivolgiamo qualche setta avvelenamento metropolitana sarin, è un dato di fatto che gli atti del gas come un antagonista del sistema colinergico - uccidendo, bloccando la trasduzione del segnale da acetilcolina assoni dei motoneuroni ai recettori colinergici nei muscoli. Gli agonisti ed antagonisti dei sistemi recettoriali sono migliaia di diversi veleni e farmaci potenti.

neuromodulatori

Neuromodulatori è una sostanza chimica che colpisce alcuni sistemi recettoriali, ma è un agonista o antagonista. Possiamo dire che in neurobiologia distinguere due tipi di effetti delle sostanze sui sistemi recettoriali:

  • l'effetto diretto che un agonista o antagonista sostanza del sistema recettoriale
  • effetto indiretto o neuromodulatori del materiale attivo modifica solo leggermente il funzionamento del sistema recettoriale

Il confine tra la diretta e l'effetto neuromodulatorio non è nettamente definita. Ma si può dire che l'effetto di neuromodulazione si oppone alla effetto diretto meno drastica.

effetti neurotrofici

parola neurotropic suona professionale, ma significa semplicemente che la sostanza agisce in qualche modo sul sistema nervoso. Il concetto di neurotrofico risiede sia diretta (agonista / antagonista) ed effetti neuromodulatori. Un tipo speciale di effetto neurotrofico è effetto nootropic. agenti nootropiche sono definite come sostanze crescente intelligenza e migliorare il funzionamento del sistema nervoso. A causa di ginseng e di altri adattogeni è stato descritto come l'influenza, ho scritto circa l'effetto nootropica di adaptogens pagina speciale .

adaptogens effetti neurotrofici

Definizioni adaptogen richiede che ciò non interferisce con il normale funzionamento del corpo più del necessario per migliorare la resistenza non specifico, SiC. Questa definizione implica anche che adattogeni né relativamente alta dose di veleno. Adaptogenům quindi maggiormente carente forti effetti diretti drastici di agonisti e antagonisti dei sistemi recettoriali nervo. Ciò non significa che essi sono adattogeni inefficaci: il loro effetto sul cervello e il sistema nervoso è principalmente neuromodulazione.

Inoltre adaptogen stato storicamente associati dal suo inizio con il concetto di stress . La scienza di adaptogens era a quel tempo inteso come una disciplina superiore di medicina teorica , che Brechman costruire su l'allora nuova scoperta sindrome di adattamento generalizzato (GAS) . E 'a causa di stress collaborazione con GAS e l'asse ipotalamo-ipofisi, gli scienziati di oggi hanno la tendenza a impianti di etichette Adaptogens per il loro effetto stimolante sull'asse ipotalamo-ipofisi. meccanismo discussione di questo effetto è quindi di grande importanza in adattogeni.

In termini di meccanismo sono tra adaptogens specialmente importanti effetti neurosteroidi di saponine triterpeniche. concetto di neurosteroidi introdotto negli anni '80 del 20 ° secolo fisiologo francese Etienne Baulieu, che ha notato che i triterpenoidi hanno la neuromodulazione capacità. Grazie alla sua natura anfotero sono saponine ginseng ed altri adaptogens vmezeřit capacità di membrana cellulare e tasche non polari di recettori e altre proteine cellulari. Per lo stesso motivo anche questi saponine hanno la capacità di penetrare la membrana cellulare al nucleo e agire direttamente sulla espressione genica. Queste saponine, adattogeni possono essere visti come il carattere neuromodulatori vicino propri ormoni e neurosteroidům del corpo. Per lo stesso motivo, gli effetti di adattogeni generalmente a lungo termine, cioè. Richiedono l'esecuzione del suo uso a lungo termine.

Effetti sui sistemi recettoriali adaptogeni selezionati

effetti Neuromodulation di saponine ginseng sono stati oggetto di intensa ricerca dalla metà del 20 ° secolo. ginseng giapponese già negli anni '70 pensa che i vari componenti, i quali provocano l'attivazione del CNS někeré, altri sono calmante ( Saito1977epg ). All'inizio identificato per la prima specifica panaxosidy neuromodulazione, ginsenoside Rb 1 e Rg 1 ( tsang1985gsi , Benishin1992agr ). Da allora corse di ricerca e neuromodulazione effetti neurostoroidal di panaxosidů individuale e di altre saponine adattogene in vari sistemi recettoriali CNS:

Un'altra effetti neurotrofici

In questa sezione ho citato effetti Adaptogens sul cervello e il sistema nervoso che non rientrano nell'ambito dei sistemi recettoriali di cui sopra. Ci sono gli effetti su altri neuroni molecole e anche effetti più generali sul sistema nervoso centrale. In primo luogo, ancora una volta vi presento il vero ginseng su cui è stato fatto più di ricerca:

Altre piante e funghi

Oltre modello adattogena ginseng per neurotrofico tipicamente in genere Panax considerato e ginseng americano , mentre il ginseng falso (P. pseudoginsng) o ginseng notoginseng (P. notoginseng) sono tradizionalmente utilizzati invece per modificare il metabolismo.

Per eleutherocok la situazione non è chiara, mentre l'uso di Rhodiola rosa (Rhodiola rosea) e provenienti snodárné (Withania somnifera) nel ruolo di neuromodulazione adattogeno è supportato in letteratura. Rhodiola influenza i livelli di serotonina e altri neurotrasmettitori e ha un potenziale ritiro dalla tossicodipendenza ( Mannucci2012sir ). Ci sono anche indicazioni che la Rhodiola ha la capacità di indurre la rigenerazione dei neuroni del sistema nervoso centrale ( Chen2009err ).

Per Schizandra chinensis (Schisanra chinensis) ha mostrato un effetto modulatorio sui recettori della serotonina, recettori GABA e recettori centrali acetilcolina ( Hsieh2001aew ) e indicazioni vengono effetto nootropického ( Pan2002spa , Egashira2008srm ).

funghi medicinali particolari effetti Ganoderma Lucidum (Ganoderma lucidum) sul cervello sono principalmente proteggendo (neuroprotettivo).

Si presume che il neurotrofico sarà panaxosidy comprendente Gynostemma pentaphyllum (Gynostemma pentaphyllum) .

Tra adaptogens neurotropi includere Cordyceps sinensis (Cordyceps spp.) , Crescione peruviano (Lepidium meyenii) in modo non corretto indicato come il ginseng peruviano , ginkgo (Ginkgo biloba) e altri che parte io non voglio parlare (per modo che la pagina è abbastanza lunga), in parte sa e in parte la scienza non sono noti a tutti - è per questo che etnobotanici che studiano i sistemi di medicina tradizionale indigena .

| 19.6.2016